NEWS aggiornamenti dai territori

20 maggio 2022

E….LA STRAGE CONTINUA.

Comunicato Stampa congiunto di PCI e PRC Gallarate

E….LA STRAGE CONTINUA.

In data 22/2/2022 il Partito Comunista Italiano di Gallarate e il Partito della Rifondazione Comunista di Gallarate hanno protocollato nel nostro Comune un documento riguardante il dramma delle morti sul lavoro (protocollo n°12614 del 22/2/2022).

In data 23/3/2022 è stata comunicata dal Presidente del Consiglio Comunale la consegna del documento a tutti i Consiglieri Comunali, con la seguente precisazione: i Consiglieri Comunali sono i soggetti titolari a presentare, proposte, iniziative, etc al Consiglio Comunale.

Ad oggi non ci sono riscontri che il Consiglio Comunale e l’Amministrazione Comunale abbiano discusso ed affrontato il problema da Noi sollevato, ma intanto gli Omicidi sul Lavoro continuano.

Vogliamo perciò, con questo comunicato stampa, denunciare l’assoluta INDIFFERENZA delle istituzioni cittadine riguardante il problema della sicurezza sul lavoro.

Questo Consiglio Comunale, riteniamo, non abbia nessun interesse per il Lavoro, per i Martiri del lavoro, per gli “Omicidi sul Lavoro” con un’indifferenza colpevole sul problema.

(anche se voi vi credete assolti, siete per sempre coinvolti   -F. de Andrè)

Essendo a conoscenza che L’Amministrazione Comunale sta studiando un piano di interventi sulla Pubblica Sicurezza, chiediamo che in questo studio venga inserita, prioritariamente, una commissione specifica per il controllo e lo sviluppo di interventi atti a salvaguardare la SICUREZZA sul LAVORO.

Mettendo a disposizione le nostre proposte invitiamo tutti quei Consiglieri Comunali che si sentono coinvolti dal problema ad un incontro atto a sviluppare iniziative per contrastare questa Strage inaccettabile e colpevole.

Portiamo a conoscenza che lo stesso Comunicato è stato protocollato in altri Comuni sia della nostra Provincia che a livello Nazionale e che la Lotta agli Omicidi sul Lavoro CONTINUA.

Grazie per l’attenzione.

Per segreteria PCI Gallarate   Maffioli Giuseppe               partito-comunista-italiano.PICCOLOjpg

per segreteria PRC Gallarate Vergazzini Dario                   Simbolo_Partito_della_Rifondazione_Comunista

************

18 marzo 2022

img-20220222-wa0017

Buonasera compagne e compagni,  vi riporto l’ultimo aggiornamento sulla vertenza LOGISTA ITALIA nell’interporto sud Europa di Maddaloni Marcianise (Caserta). Oggi si è tenuto un incontro presso l’assessorato al lavoro della Regione Campania,  tra le OO.SS, l’azienda e l’assessore accompagnato da alcuni funzionari. Le aspettative erano di registrare aperture e passi avanti,  ma l’azienda per l’ennesima volta ha portato al tavolo solo chiacchiere ed arroganza,  millanatando la volontà di trovare soluzioni,  ma nella realtà non si è mossa di un centimetro dalle proprie posizioni,  l’unica cosa certa è che sta solo cercando di prendere tempo per perseguire i suoi scopi a discapito dei lavoratori. La stessa regione a questo punto ha ritenuto opportuno lo spostamento della vertenza al MISE. Lunedì si svolgerà un ‘assemblea in azienda per concordare le prossime azione. Continuerò a tenervi aggiornati. Buona giornata a tutti

Tommaso

********************************

25 febbraio 2022 Whirlpool

wir-

Buongiorno a tutti 
Nella giornata ieri si è svolto l’incontro di coordinamento Whirlpool Italia a Gallarate 
Nell’incontro la rsu di Cassinetta ha ribadito con determinazione la necessità di un incontro per l’occupazione per il nostro sito che è stato fissato per il prossimo 10 marzo.
Nel confronto l’azienda ha illustrato l’andamento positivo di tutti siti produttivi. 
Nell’incontro l’azienda ha ribadito che la nuova società Whirlpool management per la parte impiegatizia non avrà nessuna ricaduta occupazionale seguirà incontro sul tema. 
La rsu di Cassinetta

*******************************************

25 febbraio 2022
*Stellantis* 
*FCA ITALY MELFI*
fca-operai-36796.660x368
In data odierna si è svolto l’incontro tra la Direzione Aziendale e la Rsa di stabilimento.    
Ordine del giorno: situazione internazionale complessiva e relative ricadute su approvvigionamento materiali; CDS/CIGO
Nella riunione di oggi, l’azienda ha evidenziato chiaramente che gli scenari internazionali hanno pesanti ricadute sulla situazione produttiva del nostro stabilimento. Persiste la carenza dei semiconduttori e lo sciopero in atto degli autotrasportatori ha bloccato completamente l’approvvigionamento dei materiali; la guerra in atto in Ucraina potrebbe poi aprire ulteriori criticità considerando che molti fornitori insistono nell’Est Europa. 
Dopo un’ampia discussione si è convenuto quanto segue: 
È necessario chiudere oggi stesso il Cds, perché non sufficiente alla copertura salariale di tutti i lavoratori per le fermate preannunciate.
Contestualmente vi è la necessità di avviare una richiesta di CIGO collettiva per tutto lo stabilimento dal 26 febbraio al 13 marzo, unico strumento utile oggi per la garanzia  della copertura salariale.
Abbiamo richiesto ed ottenuto come OO.SS. la conferma di tutto quanto stabilito dall’accordo del 25 giugno 2021. Inoltre, vista la necessità di coprire la giornata del 25 febbraio u.s. l’azienda ricorrerà all’utilizzo di un Par collettivo per tutti i lavoratori (uno dei sette complessivi fruibili dall’azienda)
L’azienda inoltre, ha precisato (ed è l’auspicio di tutti) che nell’eventualità si sblocchi la situazione degli autotrasportatori, non si esclude la possibilità di lavorare qualche giorno la prossima settimana.